Villa con piscina

Villa con piscina

Recente villa con piscina in provincia di Padova; ambienti eleganti e moderni, capaci di far sentire la calda atmosfera di casa con tanti piccoli accorgimenti.

Sorta su un lotto di recente definizione urbana nella provincia patavina, questa villa è un incontro di tradizione e modernità.
Prendendo spunto dall’edilizia contadina che, partendo da un nucleo primario, aggiungeva dei corpi di fabbrica in funzione delle necessità famigliari o lavorative, il progetto prevede l’aggiunta di un corpo platealmente differente nella facciata nord (visibile entrando dall’accesso pedonale), che produce una significativa estensione della zona giorno.

La pianta del soggiorno deriva dall’intersezione di una forma semplice tipica dell’architettura rurale con la forma irregolare del corpo aggettante. Al suo interno, il camino bifacciale divide simbolicamente i due volumi e genera due ambienti separati ma organici; questi ultimi, come anche la cucina, godono della vista sulla piscina, per merito di grandi vetrate scorrevoli.
Il solaio è composto da putrelle in acciaio all’interno delle quali sono inserite travi in legno dipinte di bianco. La parete è rivestita da tavole in legno nobile per creare un effetto di contrasto con il bianco del soffitto ed il pavimento alla veneziana, anch’esso prevalentemente bianco.

Dal soggiorno si accede ad una cucina abitabile attraverso una grande porta scorrevole in vetro; l’isola total white, realizzata su misura in corian, è un elemento che ne disegna lo spazio. La parete di fondo è costituita da un unico grande armadio, funzionale al contenimento delle stoviglie, che nasconde una porta verso il corridoio.
A condividere la pavimentazione alla veneziana dell’intero piano terra c’è il bagno degli ospiti, raggiungibile tramite un disimpegno tra l’ingresso e la cucina. Esso richiama il rivestimento di legno del soggiorno su due pareti opposte ma si differenzia per il soffitto dipinto di nero; dovendo essere usato in appoggio alla piscina, ha una comoda portafinestra rivolta verso il giardino e un’ampia doccia in mosaico nero.

Una scala in legno e acciaio completamente a vista, con parapetto in vetro, conduce dall’ingresso alla zona notte del primo piano; la scala viene illuminata da un lucernaio tondo incassato tra le travi bianche. Nella parete lungo la scala è stato realizzato un taglio vetrato a tutta altezza, così da portare la luce naturale del lucernaio nel corridoio retrostante e, allo stesso tempo, movimentare la parete della scala.

Al primo piano sono collocate tre camere da letto con tetto mansardato e tre cabine armadio, una per ogni stanza, che eliminano la necessità di armadi; tutte le camere da letto si affacciano su un lungo terrazzo posizionato sotto il portico e illuminato da lucernai sulla falda del tetto.

La facciata rivolta verso la piscina è caratterizzata da un portico tradizionale, pavimentato in Pietra Piasentina. Chiuso nella parte superiore da tavole in larice (distanziate tra loro per far circolare l’aria), presenta nella parte inferiore tende a rullo per ombreggiare a piacere la zona desiderata.
Di fronte al portico è posizionata la piscina, immersa nel giardino. Grazie alla sua posizione, l’acqua è sempre visibile sia dal soggiorno che dalla cucina.

Fin dagli albori della progettazione, sono state studiate forme d’intervento per ridurre al minimo i consumi energetici dell’intera villa: la spessa muratura con cappotto esterno, gli infissi a taglio termico, i pannelli solari e fotovoltaici, l’impianto di climatizzazione a pavimento (invernale ed estivo) ed il tetto ventilato.
In più l’edificio è interamente servito dall’acqua di falda (batteriologicamente certificata), che viene utilizzata per tutte le esigenze, dall’irrigazione del giardino all’uso domestico.

Guarda i lavori simili: